“Cà Mentin è un luogo che diventa casa, con una cucina curata e attenta ai dettagli, che unisce l’armonia dei cibi alla qualità delle bevande.
Mi piace che l’ospite mi suggerisca quello che vorrebbe mangiare e accontentarlo per me significa coccolarlo”.

Enzo Gola

Benvenuti nel mondo Cà Mentin

Immerso nella campagna di Revigliasco, Cà Mentin è il nuovo ristorante che lo chef Enzo Gola, già titolare del Faro, ha ricavato da un cascinale adibito ad allevamento di cavalli. Il nome rende omaggio al nonno Clemente, soprannominato Mentin, che nel 1890 aveva acquistato la struttura. Caratterizzato da un’atmosfera accogliente e raffinata, nel locale convivono elementi rustici e moderni – interessante è l’opera dell’artista Mauro Benetti che accoglie il cliente al piano superiore – per un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione, mix che si traduce anche nella preparazione e nella presentazione dei piatti. Le ampie vetrate dell’open space al primo piano permettono di ammirare sia il panorama della collina sia il dehors esterno, location ideale per un pranzo o una cena nei mesi più caldi.

Filiera corta e etichette selezionate

Il menù proposto da Enzo Gola punta sull’utilizzo di prodotti a chilometri zero, molti dei quali coltivati nei 3.000 metri quadri di orto annessi al ristorante. I piatti, sintesi di qualità e design, rivisitano le ricette classiche in maniera innovativa per regalare sapori unici.

La cantina offre ai clienti la possibilità di abbinare ai piatti il miglior vino ed è frutto di un’attenta “ricognizione sul campo”. Molte le etichette piemontesi, perché la regione vanta centinaia di piccole aziende che producono vini di altissima qualità e sono protagoniste di progetti ambiziosi a costi accessibili: il prodotto ideale secondo Cà Mentin. Non solo: talvolta chiuso nella più profonda tradizione e talvolta aperto alle avanguardie, il Piemonte del vino è estremamente stimolante per l’enofilo. Per quanto riguarda le altre regioni, soprattutto per i bianchi e le bollicine, la carta offre ai clienti un quadro interessante dell’enologia italiana con prodotti consolidati e dallo standard qualitativo elevato che provengono da tutte la regioni, Sardegna e Alto Adige in primis.

“Vogliamo il sapore delle cose semplici, quelle che rimandano all’infanzia, ai piatti della nonna, ma sempre con la curiosità di esplorare nuovi mondi. Per questo il menù e i vini sono studiati con attenzione”. È questa la filosofia di Cà Mentin che ha il desiderio di essere non un semplice ristorante, ma un mondo in cui i clienti diventano protagonisti.